Alt al Parlamento anticostituzionale: “Impugneremo ogni norma contro le persone lgbt”

richiamo al Parlamento per i diritti LGBTLa Corte Costituzionale, che ieri ha definitivo anticostituzionale il Porcellum, in questi anni ha più volte richiamato il Parlamento a legiferare sul riconoscimento giuridico delle coppie omosessuali e ha smontato pezzo per pezzo l’orribile legge 40 sulla fecondazione assistita.
Nel complesso l’intero sistema giudiziario è intervenuto a correggere o a colmare le storture e i vuoti di Parlamenti eletti con un sistema contrario alle norme della Costituzione.

Le associazioni Agedo, Arcigay, ArciLesbica, Certi Diritti, Equality Italia, Famiglie Arcobaleno, Mit, promotrici della manifestazione nazionale di sabato 7 dicembre 2013 a Roma in Piazza SS Apostoli, #Loveisright, accusano i vari Parlamenti che si sono susseguiti in questi anni, di aver agito in sfregio agli articoli 2 e 3 della Costituzione, delle Direttive e Trattati Europei formalmente recepiti e mai attuati.

Nella speranza che l’attuale Parlamento anticostituzionale, composto dai nominati delle segreterie di partito, sia sciolto il più presto possibile, dichiarano fin d’ora, che qualsiasi normativa discriminatoria che si tenti di far passare sulla pelle delle persone lgbt sarà oggetto d’immediato ricorso alla Corte.

FONTE: www.arcigay.it

Stop CISPA